Le 21 Frasi E Citazioni Pi Belle Di Socrate

15 abitudini di laurea in 3 step

Sovvenzioni. L'ACCORDO GENERALE SULLE TARIFFE E SUL COMMERCIO in linea di principio rifiuta la pratica di sussidio come produzioni ed esportazione. Sebbene non contenga nell'accordo un divieto diretto di applicazione di sovvenzioni, coordina con requisiti certi.

L'ACCORDO GENERALE SULLE TARIFFE E SUL COMMERCIO di situazione ha fissato nell'Articolo XIII che istituisce l'applicazione nondiscriminatoria di restrizioni quantitative è importante, che è il trattamento di nazione più favorito è applicato a restrizioni quantitative.

Inoltre, il sistema WTO legale affidabile è vitale per i paesi di un periodo di transizione che prendono parte o vogliono prendere parte a processi d'integrazione regionale siccome l'adesione in sistema di commercio multilaterale rafforza le loro posizioni a trattative con gruppi regionali ed esattamente li fissa dentro le regole accettate da entrambi i partiti.

Espansione di esportazione e diversificazione della sua struttura geografica e delle materie prime. La priorità principale è l'eliminazione delle barriere esistenti di esportazione, in compravendita di brevetti e di tecnologie particolare e i vari doveri di esportazione qui.

Nonostante il fatto che il tasso medio di una tariffa di dogana d'importazione dei paesi sviluppati dopo trattative di "Tokyo" intorno al solo circa 5% fatto, la media valuti lontano non completamente riflesso il livello reale di tassazione di tariffa e dogana. Dunque, nell'UE, il Giappone e gli Stati Uniti è stata la parte dei tassi di una tariffa di dogana il 10% eccessivo rispettivamente 21,5, 17,1 e il 16,0% di tariffa totale pozitsiy.18 E la maggior parte parte di tassi alti è stata applicata a importazione del cibo, i tessuti e i vestiti, cioè gli articoli principali di esportazione di paesi in via di sviluppo. La parte bassa "connessa" (cioè non cambiata verso aumento) le tariffe è stata un problema importante anche. Ai paesi sviluppati ha riguardato la produzione generalmente agricola, all'atto di sviluppo - le merci di tutte le categorie che hanno dato la probabilità unilateralmente per aumentare il livello di tassazione di dogana, peggiorando condizioni di accesso ai mercati.

Così, nonostante alcuni fallimenti, la fine in trattative commerciali multilaterali del cerchio "uruguaiano" dentro l'accordo Generale su tariffe e commercio è diventata uno degli eventi internazionali più considerevoli quale risultato principale è stato una creazione di una base forte per aggiornamento essenziale ed espansione di sistema di relazioni di commercio multilaterali.

Applicazione prioritaria di metodi di prezzo e meccanismi in regolazione di commercio con l'estero. In importazione le tariffe di dogana di regolazione devono diventare lo strumento principale. L'esportazione riguardante le quote esistenti di esportazione devono esser gradualmente sostituite con doveri di esportazione che corrisponderebbero a una differenza tra il prezzo interno e mondiale.

Le regole di trattativa su diminuzione nei dazi doganali, e anche la procedura di preparazione e il cambiamento di liste di concessioni di tariffa sono definiti dagli articoli XXVII e XXV Quando qualsiasi ACCORDO GENERALE SULLE TARIFFE E SUL COMMERCIO di giuntura statale, su tutto questo i privilegi di tariffa esistenti si estendono. Perciò l'ACCORDO GENERALE SULLE TARIFFE E SUL COMMERCIO di entrata statale deve organizzare trattative con altri paesi, avendo fatto proposte contrarie su diminuzione in tassi di propria tariffa di dogana. Allora queste concessioni di tariffa sono consolidate nella lista di concessioni di tariffa che diventa la parte dell'accordo Generale.

Altro problema è collegato ad applicazione di formalità di dogana. L'arretratezza nota di servizi doganali crea difficoltà essenziali usando di tariffa di dogana profondamente differenziata.

Alla fine, deve esser annotato una delle tendenze più importanti di sviluppo di ACCORDO GENERALE SULLE TARIFFE E SUL COMMERCIO - la sua istituzionalizzazione, creazione di una rete vasta di corpi costanti che considerevolmente hanno promosso la trasformazione di ACCORDO GENERALE SULLE TARIFFE E SUL COMMERCIO, nonostante stato originariamente provvisorio, nel meccanismo multilaterale efficace di regolazione di commercio internazionale.